Mission

Con la costituzione dell’Osservatorio sulla Bikeconomy la Fondazione Masi e i suoi partner intendono proporre sullo scenario di settore una centrale di produzione di conoscenze sui temi legati all’universo Bikeconomy, nelle componenti sociale, politica, finanziaria, industriale, tecnologica, commerciale, che si proponga, per la propria indipendenza ed oggettività, quale interlocutore privilegiato delle Pubblica Amministrazione, dell’industria e dei diversi attori operanti sul mercato di riferimento. Il patrimonio di idee, di dati e di analisi costituirà il capitale iniziale dell’Osservatorio; un capitale fatto di metologia, di terzietà ed indipendenza, di credibilità.

Analizzare i trend ed i potenziali svilluppi di un settore che ha visto negli ultimi anni una crescita esponenziale e che per la prima volta viene interpretato analizzato e proposto nella sua visione integrale in modo da offrire supporto agli operatori coinvolti. L’Osservatorio svolgerà, inoltre, attività di ricerca ad ampio raggio e promuoverà sinergie tra le istituzioni e i settori industriali e commerciali. Da tali attività di ricerca e di consultazione degli operatori e i principali stakeholder nasceranno proposte tecniche, negoziali per incrementare e migliorare le opportunità legate alla bikeconomy.

Obiettivi

  • Consolidarsi come una struttura di Ricerca, Consulenza e Formazione p e r v a l u t a r e adeguatamente i trend di settore e le opportunità di creazione di valore e per identificare nuovi target di collaborazioni, contribuendo a delineare anche nuove figure professionali nel settore.
  • Creare una qualificata rete di ”antenne” coinvolgendo esperti a livello nazionale e internazionali per accreditarsi come centro reputazionale di analisi e studio del fenomeno, proponendosi come advisor per i soggetti e le filiere collegate al fenomeno.
  • Promuovere presso i decision making e la business community una nuova cultura intorno al fenomeno, predisponendo attività di policy making per   enti pubblici e aziende, contribuendo ad ideare e instaurare un efficace protocollo relazionale e di advisory tra i soggetti coinvolti.
  • Promuovere il connubio tra finanza e industria attiva nell’ambito dei settori della bikeconomy, individuando fonti  di  investimento,  anche internazionali e favorendo il loro indirizzo verso chi opera nel settore.

Settori di intervento

Logistica e mobilità urbana

Turismo e valorizzazione del territorio

Valorizzazione e promozione delle nuove tecnologie

Finanza e attrazione di investimenti

Salute e Bikeness

Il perchè di un Osservatorio

La cultura della bicicletta deve presidiare ai grandi temi del futuro e della politica. Per questo deve parlare di economia.

“Come cambierebbe la politica della mobilità se i nostri politici sapessero l’ottimo ritorno dell’investimento delle infrastrutture ciclistiche?”

“Quanti posti di lavoro potrebbero essere creati nei diversi settori dell’economia ciclistica?”

“Quali asset devono essere presi in considerazione per calcolare l’impatto economico della bicicletta?”

“Quali sono le opportunità per attrarre investimenti nel settore?”

Le attività ed i servizi

Ricerca

Creazione e sviluppo di impresa: orientamento e consulenza

Partenariati con istituzioni, accademia e varie

Promozione nazionale e internazionale

Organizzazione eventi, meeting e seminari

Comitato Scientifico

Pietro Barrera – Segretario Generale – Museo Maxxi

Renato Di Rocco – Presidente Federazione Ciclistica Italiana

Michele Furnari – Professore ordinario di Urbanistica – Università Roma Tre

Giampiero Gallo – Consigliere della Corte dei Conti

Paolo Gandolfi – Membro IX Commissione, Camera dei Deputati e Consigliere del Ministro delle Infrastrutture

Paolo Pileri – Professore ordinario di Urbanistica Politecnico di Milano – Progetto VENTO

Carla Rocca – Consigliere del Trenno e Dirigente SNAI S.p.A.

Paolo Ruffino – Strategy Advisor DECISIO Consulting

Roberto Sgalla – Direttore Centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria e per i Reparti Speciali della Polizia di Stato

Stefano Strano – Docente Dipartimento Cuore e Grossi Vasi – Università Sapienza di Roma

Struttura e funzionamento

L’osservatorio opererà nell’ambito della Fondazione Manlio Masi, autorevole centro di studio e ricerche indipendente, con capacità organizzative e collegamenti internazionali.

La struttura prevede un Presidente – Gianluca Santilli, un Vice Presidente – Alberto Acciari ed un Direttore – Annamaria De Paola.

Si prevede la costituzione di un Comitato Direttivo e un Comitato Scientifico, con la partecipazione di Partner.